Visualizzazioni totali

A tutti il benvenuto su Perle di Cucina!

Benvenuti amici, questo blog è tutto mio, ma sarà anche vostro, ve lo concedo......
Rubate le mie ricette ed io ne sarò estremamente felice!!!!

Lettori fissi

Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 25 gennaio 2013

Canederli tirolesi in brodo di carne.


perledicucina.blogspot.com
E' un piatto che da diverso tempo mi incuriosisce, soprattutto per l'accostamento degli ingredienti, molto inusuale dalle mie parti e che ho voluto provare una sera, poiché avevo preparato dell'ottimo brodo di carne e verdure.
La spinta è arrivata da due focaccine, che facevano capolino dal cestino del pane, che riposavano indisturbate da qualche giorno.
Una rassegna veloce dal frigo alla credenza..........tra i vapori del pentolone dove sobbolliva il pezzo di carne, opportunamente accompagnato da carote, sedano, alloro e cipolla, mi sono messa all'opera.
Io ho trovato i canederli squisiti, una nobile alternativa alla classica pastina in brodo.
Ma adesso, vi voglio raccontare che cosa racconta la leggenda, le leggende sono sempre affascinanti e come tali devono essere raccontate.

"La leggenda racconta che un giorno un gruppo di Lanzichenecchi saccheggiatori arrivarono in un maso altoatesino ed il comandante minacciò di appiccare il fuoco al maso ed alla casa se non avessero avuto subito qualcosa da mangiare. La contadina del maso era a casa da sola con le sue ragazze, ma senza spaventarsi si mise al lavoro. Disse alle ragazze di radunare tutto quello che c'era da mangiare in casa. Riuscirono ad avere in tavola del pane vecchio, delle cipolle, alcune uova, un pò di speck  e un pò di farina. La contadina tagliò il pane in piccoli pezzetti e mandò le figlie a prendere un pò di erbette dal giardino e ordinò loro di tagliarle sottili sottili. Poi amalgamarono tutto in un'unica pasta, aggiunsero il sale, formarono delle palle e le buttarono nell'acqua bollente salata. Decisa, la contadina servì ai Lanzichenecchi affamati le scodelle piene di queste palle. Piacquero loro così tanto e li saziarono talmente, che dopo mangiato caddero in un sonno profondo.
" Queste palle di cannone stenderebbero anche l'uomo più arrabbiato " disse il comandante meravigliato, dando all'astuta contadina un paio di monete d'oro come ricompensa, prima di congedarsi con le sue truppe.
E' così che ebbe inizio la grande fortuna dei canederli che allietano ancora oggi la nostra tavola ed i nostri palati!

(tratto da http://www.knodus.it/it/storia.html)    

Ingredienti:
200 gr. di pane raffermo
2 uova
un pizzico di noce moscata
100 gr. di speck
brodo di carne
di farina 00
1 piccola cipolla
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di erba cipollina tritata
30 gr. di burro
olio evo
sale e pepe q.b.
150 ml di latte

Procedimento:
In una terrina mescolare le uova con il latte appena tiepido ed aggiungere il pane raffermo tagliato a piccoli dadini, sale e pepe.
perledicucina.blogspot.com
 Lasciate riposare per almeno 2 ore, mescolando di tanto in tanto.
perledicucina.blogspot.com

Tritare la cipolla, tritare lo speck e soffriggere con il burro ed un goccio di olio evo, lasciate raffreddare.
perledicucina.blogspot.com
Aggiungere questo composto nella terrina dove il pane si è ammorbidito con le uova ed il latte, aggiungere il prezzemolo tritato, l'erba cipollina tritata, la noce moscata, una spolverata di farina ( circa 30/40 gr. ) ed un pizzico si sale e pepe.

perledicucina.blogspot.com
Con le mani inumidite formate delle palline grandi quanto una noce. Se vi rendete conto che il composto è troppo morbido aggiungete del pangrattato, sino a renderlo più pratico da maneggiare.
perledicucina.blogspot.com
 Quindi passatele velocemente nella farina.
perledicucina.blogspot.com


perledicucina.blogspot.com
 Tuffateli nel brodo bollente, che avrete preventivamente preparato, e cuocere i canederli per circa 15 minuti, a fiamma bassa, non appena verranno a galla, ecco che sono pronti. 
perledicucina.blogspot.com


Servite i canederli nelle fondine con il brodo bollente.
I canederli possono essere anche cotti in acqua bollente e serviti con burro e salvia.

perledicucina.blogspot.com



8 commenti:

  1. ciao, buoni i canederli e blog interessante ma si fatica a lasciar commenti, se vuoi passa da me vedrai che facile- cuoci e scuci.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mamma Angela,Benvenuta!
      Passerò sicuramente!
      Ciao perle

      Elimina
  2. Brava perle! Ho diverse ricette, ma non ne ho mai provata nemmeno una :D Mi ispirano tanto... che fame!:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ines, prova questa di ricetta, vedrai che non te ne pentirai!
      ciao perle

      Elimina
  3. Ciao! Nuova follower grazie a Kreattiva. Complimenti per il blog, e per questa ricetta: da me sono un piatto tipico, e i tuoi mi fanno davvero venire l'acquolina...

    crazypurpleturtle.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani e Benvenuta nel mio blog.
      Verrò a trovarti presto!
      ciao perle

      Elimina
  4. Ciao compliementi per il tuo blog è bellissimo mi sono iscritta come follower se ti va passa anche da me
    a presto ciao

    http://nailartpassopasso.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. Ciao Naomi, grazie di essere passata.
    Passerò da te prestissimo!
    perle

    RispondiElimina